Alessandro Giovanardi, Il "codice" francescano della Passione. Il Trecento riminese a Villa Verucchio

10 Maggio 2019

Parole e Immagini: per i 400 anni della Biblioteca Gambalunga
IX edizione, I parte, a cura di Alessandro Giovanardi e Oriana Maroni

Al termine della conferenza sarà offerto un piccolo rinfresco.
A coloro che parteciperanno sarà fatto omaggio, fino ad esaurimento scorte, del raro volumetto monografico de “L’Arco”, Speciale Giovanni Baronzio, (con saggi di Daniele Benati, Massimo Medica e Alessandro Giovanardi).

“I Maestri e il Tempo”, si svolge in collaborazione con l’UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE di RIMINI ed è RICONOSCIUTO dal MIUR ai fini della FORMAZIONE del PERSONALE DOCENTE

Alessandro Giovanardi, è docente di Arte Sacra e di Iconografia e Iconologia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Rimini-San Marino-Montefeltro “Alberto Marvelli”, cura le attività culturali della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dirige la rivista di storia, arte e cultura «Ariminum». Si è formato in filosofia ed estetica alle Università di Bologna (Laurea) e Siena (dove ha conseguito il Master e il Dottorato). Ha tenuto corsi,  lezioni, seminari e conferenze presso l’ISSR “Santa Maria di Monteberico” a Vicenza, l’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano, l’Accademia di Belle Arti di Rimini, l’Accademia di Belle Arti di Bologna, l’Istituto Italiano di Cultura a Bucarest, l’Università di Cluj Napoca, l’Università di Siena/Arezzo. Da tempo s’interessa al rapporto tra la pittura e le fonti filosofiche, religiose e letterarie, lavorando in particolar modo sul Trecento riminese e sul Gotico tra Romagna e Marche, per cui ha redatto molti contributi sulle riviste «L’Arco», «Ariminum», «Romagna Arte e Storia», «La Nuova Europa», «Parola e Tempo». Per il III e il IV volume della Storia della Chiesa di Rimini ha redatto i saggi dedicati alla pittura del Trecento (2011) e del Settecento (2013). Ha curato le mostre Lo Specchio del Mistero. L’icona russa tra XVIII e XX secolo (Rimini, 2008), Un filo rosso tra le dita. L’Annunciazione nell’Oriente cristiano (Vicenza, 2008-2009), La Natura e la Grazia (Cesena, 2012), Il Visibile Narrare (Cesena, 2013-14). È curatore delle monografie Bitino da Faenza. Storia, arte e simboli (2010/2011), Lo splendore delle lacrime. Una nuova Pietà di Benedetto Coda (2015) e Cesare Pronti e San Girolamo. Arte, fede e cultura (2016/2017). È autore di saggi che trattano il rapporto tra filosofia e arte nel pensiero russo (Florenskij, Evdokimov, Zabughin), e in quello italiano più attento alla tradizione slava (Cristina Campo ed Elémire Zolla, tra cui «Pietas» e bellezza. L’arte sacra in Cristina Campo (Roma, 2007) e John Lindsay Opie. Estetica simbolica ed esperienza del Sacro (Prefazione di Boris Uspenskij, Roma, 2011). Recentemente ha curato l’antologia di saggi di John Lindsay Opie, Nel mondo delle icone. Dall’India a Bisanzio (Prefazione di Bruno Toscano, Jaca Book, Milano, 2014), per la III edizione della Biennale del Disegno ha curato con Franco Pozzi la mostra e il catalogo Fogli della Follia. Fortunato Duranti visionario e romantico (2018, catalogo Bookstones).

 

La Segreteria
Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini
0541/351611
Fax 0541/351699segreteria@fondcarim.it

 
 
Area tematica: 

Share button